Chaco argentino

Antropocosmos ha avviato nel mese di giugno 2014 due progetti di ricerca e cooperazione presso le comunità Qom del Chaco argentino: Visioni Qom, a cura di Chiara Carraro; Arti e mestieri nel Chaco argentino, a cura di Francesca Rindone (Bando Unicoo).

Entrambi i progetti intendono applicare la prospettiva di ricerca antropologica a sostegno delle azioni di resistenza e auto organizzazione delle comunità con cui Antropocosmos è in contatto, principalmente il Movimiento Qompi Voque Naqockta di Miraflores, in provincia di Chaco; la Comunità La Primavera Potae Napocna Navogoh, in provincia di Formosa.

 I QOM

Le comunità coinvolte nel progetto appartengono alla popolazione qom, anche conosciuta come toba, che vivono nel nord-est dell’Argentina, nelle province di Chaco e Formosa, e in Paraguay, assieme ad altre popolazioni indigene, come i wichi, i pilagá e i nibaklé. I Qom sono riconosciuti dalla costituzione argentina come popoli originari preesistenti allo Stato Nazionale.

Le popolazioni qom vivono prevalentemente in zone rurali e in piccoli centri abitazionali, detti parajes, che non compaiono nelle carte geografiche e nell’organizzazione territoriale amministrativa. Sono in maggioranza carenti di servizi e infrastrutture fondamentali come abitazioni degne, elettricità, acqua potabile e servizi sociosanitari. Il territorio rivendicato dai qom e storicamente abitato da essi, si estende tra le province di Chaco e Formosa arrivando in Paraguay, ma da molto tempo è occupato e privatizzato da monopoli nazionali e stranieri. La situazione di grave vulnerabilità sociale, nonché di invisibilità internazionale e di denigrazione locale, colpisce soprattutto le fasce più deboli: bambini, donne e adolescenti.

Negli ultimi anni, in seguito alle politiche neoliberali passate e attuali, le comunità assistono all’aumento dello sfruttamento delle ricchezze del suolo da parte di ditte nazionali e transnazionali, assieme all’usurpazione delle terre, la deforestazione, la mancanza di acqua potabile. È da sottolineare anche che la situazione di forte disagio socioeconomico in cui vivono, ha spinto molti qom a migrare verso altre province e città argentine, principalmente Rosario e Buenos Aires.

Per far fronte a questo panorama critico, le comunità si organizzano in movimenti rivendicativi autoroganizzati e in circuiti di cooperative di lavoro, attuando strategie di resistenza potenzialmente trasformatrici delle relazioni stato-comunità storicamente dominanti nella regione. Sono queste esperienze di resistenza che i progetti promossi da Antropocosmos guardano e vogliono sostenere.

VISITA I PROGETTI

arti e mestieri

logoVQ

2 risposte a “Chaco argentino

  1. Alice

    Non ci posso credere!! Le foto che avete pubblicato in questa sezione ritraggono i membri di una famiglia presso la quale ho soggiornato per alcuni giorni quando sono stata a Miraflores per fare le interviste ad alcuni maestri durante il mio viaggio-studio-tesi. Mi si riempe il cuore a vedere le vostre immagini.
    Che coincidenze inaspettate.
    Un caro saluto
    Alice

    • antropocosmos

      Cara Alice, grazie per averci scritto! Ci fa piacere che il nostro lavoro faccia vibrare il tessuto dei tuoi ricordi e anzi ci interessa molto sapere di più del tuo viaggio-studio!Se avrai voglia di condividere con noi le tue esperienze puoi contattarci attraverso i canali che trovi indicati nella sezione “Contact” oppure puoi inviarci un elaborato seguendo le istruzioni della sezione “Papers”. Un caro saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...